counter create hit Ora tocca all'imperfetto - Download Free eBook
Ads Banner
Hot Best Seller

Ora tocca all'imperfetto

Availability: Ready to download

Nellampio e prestigioso percorso di Viviani, varie fasi si sono susseguite, anche con evidenti diversità formali ma con una sotterranea, fortissima coerenza, che significava soprattutto desiderio di bellezza, di eticità, di esattezza. Limperfezione di cui si parla nel nuovo libro è una condizione tra, sempre in bilico tra due opposti. Tra la giovinezza e il tempo della Nell’ampio e prestigioso percorso di Viviani, varie fasi si sono susseguite, anche con evidenti diversità formali ma con una sotterranea, fortissima coerenza, che significava soprattutto desiderio di bellezza, di eticità, di esattezza. L’imperfezione di cui si parla nel nuovo libro è una condizione «tra», sempre in bilico tra due opposti. Tra la giovinezza e il tempo della fine, tra l’amore e la rinuncia, tra il ruggito dell’animale feroce e il trofeo appeso sopra il camino, tra la luce e il buio, tra il noto e l’ignoto, tra il futuro e il passato. Anche la ricerca di una salvezza dall’incombere del tempo e dal non senso che da lí si sprigiona passa per poli opposti: protezione chiesta da un lato agli avi e ai reperti archeologici, dall’altro alla continuità dei discendenti e alla vitalità dei bambini. Simbolo di questa età fragile, che è una condizione esistenziale ancor più che una congiuntura anagrafica (semmai gli anni permettono di percepirla meglio), è un cancelletto spinto dal vento. In queste tremule oscillazioni sta la più vera natura di ciò che è umano, ben lontano da qualsiasi idea di perfezione. Certo, fare i conti col tempo, quando il tempo si riduce, è più doloroso: soprattutto non c’è più spazio per illusioni di nessun tipo. Nemmeno per quelle estetiche. Il libro di Viviani ha il passo poetico di un percorso nella verità.


Compare
Ads Banner

Nellampio e prestigioso percorso di Viviani, varie fasi si sono susseguite, anche con evidenti diversità formali ma con una sotterranea, fortissima coerenza, che significava soprattutto desiderio di bellezza, di eticità, di esattezza. Limperfezione di cui si parla nel nuovo libro è una condizione tra, sempre in bilico tra due opposti. Tra la giovinezza e il tempo della Nell’ampio e prestigioso percorso di Viviani, varie fasi si sono susseguite, anche con evidenti diversità formali ma con una sotterranea, fortissima coerenza, che significava soprattutto desiderio di bellezza, di eticità, di esattezza. L’imperfezione di cui si parla nel nuovo libro è una condizione «tra», sempre in bilico tra due opposti. Tra la giovinezza e il tempo della fine, tra l’amore e la rinuncia, tra il ruggito dell’animale feroce e il trofeo appeso sopra il camino, tra la luce e il buio, tra il noto e l’ignoto, tra il futuro e il passato. Anche la ricerca di una salvezza dall’incombere del tempo e dal non senso che da lí si sprigiona passa per poli opposti: protezione chiesta da un lato agli avi e ai reperti archeologici, dall’altro alla continuità dei discendenti e alla vitalità dei bambini. Simbolo di questa età fragile, che è una condizione esistenziale ancor più che una congiuntura anagrafica (semmai gli anni permettono di percepirla meglio), è un cancelletto spinto dal vento. In queste tremule oscillazioni sta la più vera natura di ciò che è umano, ben lontano da qualsiasi idea di perfezione. Certo, fare i conti col tempo, quando il tempo si riduce, è più doloroso: soprattutto non c’è più spazio per illusioni di nessun tipo. Nemmeno per quelle estetiche. Il libro di Viviani ha il passo poetico di un percorso nella verità.

11 review for Ora tocca all'imperfetto

  1. 5 out of 5

    Come Musica

    Un invito alla lettura con alcune delle poesie che mi sono piaciute Qualcuno che dice: Ricominciamo. Ma no, rispondo, troppa fatica, andiamo avanti, completiamo. Ma quante specie di dolore, non si riesce a distinguerle, cè quello essenziale e laltro dovuto alletà, cè quello per lei e quello per loro, cè fine mescolanza, confusione, non cè misura possibile, non esiste compassione. Figurati se lunica cosa che resta è lamore (lergastolano e limprenditore alla fine hanno fatto la stessa quantità di cose, e tutte Un invito alla lettura con alcune delle poesie che mi sono piaciute “Qualcuno che dice: «Ricominciamo». Ma no, rispondo, troppa fatica, andiamo avanti, completiamo.” “Ma quante specie di dolore, non si riesce a distinguerle, c’è quello essenziale e l’altro dovuto all’età, c’è quello per lei e quello per loro, c’è fine mescolanza, confusione, non c’è misura possibile, non esiste compassione.” “Figurati se l’unica cosa che resta è l’amore (l’ergastolano e l’imprenditore alla fine hanno fatto la stessa quantità di cose, e tutte svaniscono) – pensa allora cosa può restare dell’amore se ha per sua essenza la non corrispondenza.” “Il segreto che tutti sanno: dietro ogni cosa che vediamo ce ne sta una invisibile che la sostiene. Dietro questo mondo ce ne sta uno invisibile che lo sostiene.”

  2. 4 out of 5

    Federica

  3. 4 out of 5

    Giulia Frc

  4. 4 out of 5

    David Bargiacchi

  5. 4 out of 5

    Giovanna Tomai

  6. 4 out of 5

    Maurizio Mariani

  7. 4 out of 5

    Marti

  8. 5 out of 5

    Gabriele

  9. 4 out of 5

    Francesca

  10. 5 out of 5

    Naomi

  11. 4 out of 5

    Giulia

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...
We use cookies to give you the best online experience. By using our website you agree to our use of cookies in accordance with our cookie policy.